Stampante 3D sulla stazione spaziale ISS

Stampante 3D sulla stazione spaziale ISS

La NASA (National Areonautic and Space Administration) ha spedito nello spazio, nell’ambito del programma “Made in Space”, un primo prototipo di stampante 3D progettata per funzionare nelle condizioni presenti a gravità zero. Il programma “Made in Space” è molto importante se si considera che si potranno produrre parti di ricambio direttamente sul posto, evitando quindi di dover attendere per dei mesi. In questo momento, l’astronauta Barry Wilmore, che ha in carico l’esperimento, sta conducendo tutti i test necessari per verificare che la stampante 3D sia funzionante prima di passare alla produzione finale. Il 24 Novembre, dalla sala di controllo a terra è stata inviata alla stampante 3D sulla stazione ISS il primo progetto di un’involucro estrusore. I problemi in queste condizioni ambientali non si sono fatti attendere, tuttavia sono in corso ulteriori esperimenti e sicuramente le soluzioni ai problemi arriveranno, d’altronde è pur sempre un prototipo…

Tutti i vari aggiustamenti verranno inseriti nella seconda versione della Stampante 3D pronta nel 2015 per essere mandata nello spazio per ulteriori test. 

International Space Station Commander Barry "Butch" Wilmore holds up the first object made in space. Image Credit: NASA
International Space Station Commander Barry “Butch” Wilmore holds up the first object made in space. Image Credit: NASA
Share Button