Rolls-Royce vola: stampato in 3D il più grande componente aerospaziale mai realizzato


rolls-royce-trent-engine-3D-printed-parts

Rolls –Royce non è solo un brand automobilistico di extra lusso, ma costruisce anche componenti aerospaziali e di grosse dimensioni a quanto pare.

Il costruttore aeronautico britannico e appaltatore per la difesa Inglese, ha annunciato di aver stampato in 3D il più grande componente aerospaziale mai realizzato per alimentare un aereo.

Incorporato nel suo morore Trent XWB-97, il costruttore aeronautico ha stampato una struttura 3D in Titanio che misura 1,5 metri di diametro e 0,5 di spessore.

XWB-97 è già stata testata a terra, ora si aspetta di provarlo in volo. Al momento, Rolls-Royce non ha intenzione di incorporare la struttura stampata in 3D nel ciclo di produzione del XWB-97, ma il test in volo, entro la fine dell’anno fornirà elementi significativi per quanto riguarda le future possibilità di usare questa tecnica avveniristica di fabbricazione 3D su altri componenti industriali.

È già stato dimostrato che la stampa 3D, anche in altri progetti aerospaziali, riduce gli sprechi di materiale e le emissioni di carburante e in questo specifico caso è stato in grado anche di tagliare i tempi di produzione del 30%.

La società inglese non ha ancora annunciato quando e se sarà usata la tecnologia 3D in produzione, ma un ingegnere della Rolls-Royce precisa che in un futuro non troppo remoto questa tecnologia potrebbe portare dei grossi benefici come la riduzione dei tempi di fabbricazione e si sa il tempo vale oro soprattutto in questi momenti difficili, difficili non solo in Italia, ma a quanto pare anche nel paese anglosassone. L’azienda sta già studiando con le conoscenze acquisite in questo progetto per costruire dei componenti aerospaziali più grandi.

Vi lascio al video dimostrativo di lancio del Trent XWB-97.

Share Button