Un bimbo con il braccio di Iron Man, stampato in 3D


La stampa 3D rivoluzionerà il settore degli arti bionici low-cost e ieri Iron Man ha fatto una consegna speciale.

iron-man-e-alex-pring_t

Immaginate di avere 7 anni e magari un braccio non completamente sviluppato. Come vivreste l’incontro con Tony Stark che vi consegna un bracco bionico funzionante simile a quello di Iron Man? Difficile dirlo. Di certo questa storia ha commosso l’America, perché dietro il progetto di dare un po’ di serenità e felicità ad un bambino e a una famiglia sfortunata c’è l’impegno di un team di sviluppatori, il non-profit, la stampa 3D e anche il bello di Hollywood, ossia l’attore protagonista della saga di Iron Man, Robert Downey.

alex-pring-iron-man_t-00

Alex Pring è nato con una grave malformazione al braccio destro. I genitori hanno cercato di affrontare questo dramma come tutte le famiglie, in altre parole cercando di risolvere un problema alla volta e andare avanti senza rassegnarsi, con dignità, cercando di far vivere la vita il più normale possibile a questo sfortunato bambino.

Il caso vuole che Microsoft l’anno scorso abbia iniziato a puntare sempre di più sull’OneNote Collective Projet, un’iniziativa rivolta agli studenti che vogliono cambiare il mondo con azioni collaborative e reali. Microsoft con i suoi collaboratori hanno intervistato migliaia di universitari per individuare le idee migliori e i progetti più interessanti fino a che si sono imbattuti nell’idea di Albert Manero e si sono resi conto di aver fatto Bingo.

Manero frequenta ingegneria presso l’università centrale di florida (UFC) e da qualche tempo si è concentrato sullo sviluppo di arti bionici con stampa 3D. Una soluzione perfetta soprattutto per bambini e adolescenti: Crescono velocemente e gli arti bionici tradizionali sono troppo costosi perché consentano l’avvicendamento costante.

Ebbene, la sua soluzione ha iniziato a coinvolgere il mondo non-profit avviando in programma di costruzione arti a basso costo. Il giovane ha convinto OneNote Collective Projet a puntare su di lui, e ieri si è avuto una sorte di epilogo hollywoodiano.

Tony Stark in persona, ha convocato nella sua stanza d’albergo il piccolo Alex, Ha aperto due valigie metalliche alla Stark Industries e svelato due arti bionici di Iron Man. Il primo- il piccolo- è quello vero, e consentirà al bambino di avere una maggiore interazzione con l’ambiente grazie al movimento delle dita. Il secondo- più grande- è quello finto che Iron Man usa nelle scene.

Braccio Iron Man

Sembrano uguali ha detto Alex, in verità ha proseguito… il tuo Iron Man dovrebbe essere migliore del mio…

Share Button